Cinema

Estasi di un delitto (Ensayo de un crimen) – Luis Buñuel (1955) #Venezia76Classici

Estasi di un delitto è un purissimo distillato di surrealismo buñueliano nell'ironia beffarda, nella vena cinica, nell'uso disinvolto e inventivo dell'onirismo e della psicanalisi, nella satira ai costumi morali e religiosi del Messico dell'epoca

Cinema

Estasi (Ekstase) – Gustav Machaty (1933) #Venezia76Classici

La cosa più interessante di Estasi - al netto dell'erotismo, del nudo di Hedy Lamarr e dell'orgasmo in primo piano - è il modo in cui Machaty decide di raccontare la storia di un matrimonio infelice e della passione che erompe da un tradimento: come un film muto, nonostante il film sia sonore, ovvero facendo in modo che la maggior parte degli elementi narrativi passino esclusivamente dalle immagini e dalla musica senza che le parole - nemmeno quelle delle didascalie - intervengano

Cinema

Hobbs and Shaw – David Leitch

È un film di fantascienza Hobbs and Shaw e non perché le leggi della fisica sono irrilevanti - quelle già erano state sbriciolate dal cinema di Jackie Chan decenni fa - ma perché qui ci sono cyborg, virus che devastano l'umanità, super-soldati potenziati per rimpiazzare il genere umano eccetera. Il che allontana il film di… Continue reading Hobbs and Shaw – David Leitch

Cinema

La famosa invasione degli orsi in Sicilia (Lorenzo Mattotti) #Cannes2019

Quando si taccia la serialità di aver ucciso il racconto o il cinema, non si sa - o si dimentica - che la serialità è da sempre il cuore della narrazione, la capacità di farti affezionare ai personaggi con la curiosità di sapere cosa accade dopo. Fin dai tempi degli aedi e dei cantastorie: quella figura è l'invenzione principale di La famosa invasione degli orsi in Sicilia, il film con cui l'illustratore Mattotti esordisce alla regia di un lungometraggio, e fa da cornice alla storia della ricerca del figlio da parte di un orso, di come diventa re degli umani e di come il potere corrompe sempre.

Cinema

Sorry, We Missed You – Ken Loach #Cannes2019

Giudicando Sorry, We Missed You come si giudicherebbero i film di un altro regista si dovrebbe notare prima di tutto il fatto che sia una variazione su unico tema e contesto, una storia raccontata e reiterata non meglio di altre volte. Il cinema di Ken Loach però non è semplicemente l'opera di un regista: mettendone… Continue reading Sorry, We Missed You – Ken Loach #Cannes2019

Cinema

The Dead don’t Die – Jim Jarmusch #Cannes2019

Un amico simpatico, di quelli rilassati e un po' cazzoni, ma che azzecca una battuta su tre. Ecco cos'è The Dead don't Die, il film di Jim Jarmusch che ha aperto la 72^ edizione del festival di Cannes. Il regista raccoglie un grande cast di amici sodali - in prima fila Bill Murray, Adam Driver… Continue reading The Dead don’t Die – Jim Jarmusch #Cannes2019

Cinema

Polar (Jonas Åkerlund)

Basterebbe l'incipit. Roba da pessimo videoclip di fine anni '90, indecente tripudio di cromatismi e saturazioni, giochini di montaggio, soggettive finte, modelle latine seminude e sculettanti, sangue digitale e via travisando il pulp. Anche quel modo di intendere l'estetica triviale era già vecchio 20 anni fa (chi si ricorda il tremendo Dobermann di Jan Kounen?),… Continue reading Polar (Jonas Åkerlund)