Cinema

Goodbye, Dragon Inn (Bu San) – Tsai Ming-liang (2003) #Venezia76

Chen Shiang-Chyi

Non è un caso che con Goodbye, Dragon Inn, Tsai cominci a rivedere e poi ad abbandonare il proprio approccio al racconto filmico, visto che il film è l’addio al cinema come arte popolare (qui rappresentata da King Hu) e come luogo di fruizione del cinema. C’è nostalgia certo nel raccontare la giornata (l’ultima?) di un cinema, dei suoi pochissimi spettatori, di persone che vagano per i suoi anfratti in cerca di contatto umano ed erotico, della gestrice del cinema che lava, sistema, aspetta l’ora di chiudere e tornare a casa, in quei 10 minuti finali di commovente perfezione. C’è nostalgia evidentemente anche nell’ambientazione tipica di Tsai della metropoli invasa dalla pioggia.

Ma nel film c’è anche una vita filmica nuova, che da quella fine, da quella morte parte: Tsai toglie il cinema da luogo dell’immaginario collettivo e lo rende parte del proprio immaginario personale prefigurando temi e modi del suo cinema futuro, nella ripresa dei volti e dei luoghi, soprattutto nella costruzione di un cinema del gesto, in cui il tempo filmico non è quello in cui si compie un’azione, ma quello necessario a un attore/performer per compiere un movimento, per concluderlo e allo spettatore per guardarlo – o per sentirlo, vista l’importanza di suoni e rumori. Le inquadrature sono quasi completamente fisse e dentro si muovono persone, fantasmi, suggestioni fuori dal tempo ma anche elementi di concreta banalità e uno strisciante e sorprendente senso dell’umorismo: nella sequenza della ragazza che mangia noccioline o in quella magnifica degli orinatoi, l’uso delle prospettive e il rapporto delle persone con lo spazio genera piccole e bellissime gag spontanee minimaliste, che raccontano a loro modo una porzione di mondo e dicono di un sentimento. Esattamente come fa Roy Andersson: un legame impensabile e che dimostra che anche nell’elegia, nel racconto di un tramonto ci sono sempre le tracce di una nuova alba.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...